Booktubers: intervista con Giulia De Martini (Julie Demar)

Giulia De Martini è una booktuber, graphic designer e web creator. Secondo Il Sole 24 ORE è al terzo posto nella lista dei personaggi più influenti sui social in relazione al mercato dei libri in Italia. Studia Design della Comunicazione alla NABA (Nuova Accademia di Belle Arti).  All’interno del suo seguitissimo canale Youtube “Julie Demar” (più di 73000 iscritti),  si occupa di recensioni, book-haul, book tag, consigli letterari e bookshelf tour…, ma anche di vlog sulla sua vita da fuorisede, sull’università e viaggi. 

A cura dello Staff del Taccuino Ufficio Stampa

julie demar

«Essere influencer in campo letterario ha il duplice vantaggio di fare da tramite per la cultura e quindi educare i propri follower al piacere della lettura, e in più essere in contatto con il mondo editoriale, avendo accesso a eventi e collaborazioni. Come giudichi da “interna” il mondo dell’editoria italiana? Quali sono secondo te le realtà più interessanti, soprattutto nell’ambito della piccola e media editoria?». Nel corso degli ultimi anni ho visto una evoluzione netta sui social da parte delle case editrici, sia da interna che da esterna, e credo che questo aiuti fortemente a creare una community di lettori più coinvolti. Le collaborazioni tra case editrici e “booktubers” sono ancora da affinare e rinnovare ma sicuramente utili ed in miglioramento continuo.

 

«Curiosando nel tuo social Goodreads, tra i tuoi libri preferiti figurano le classiche storie di Sherlock Holmes e di Agatha Christie, capolavori moderni come Mattatoio n° 5 di Kurt Vonnegut o Stoner di J. E. Williams, diversi romanzi di Stephen King e capisaldi della letteratura per l’infanzia come Harry Potter di J.K. Rowling e Il giardino segreto di F. H. Burnett. Se però dovessi sceglierne solo uno, qual è il libro che più ha influenzato la tua vita, quello a cui ritorni ogni volta che ne senti il bisogno?». Una mia peculiarità, che si può scoprire anche nei miei video, è che non so mai scegliere un libro solo, in “i libri che mi hanno cambiato la vita” spiego come e quali libri mi hanno ispirata ed aiutata a crescere, ma se devo sceglierne uno a cui ritorno spesso è “Il giardino segreto” di Burnett, mi aiuta a ricordarmi quello che voglio essere.

 

«Il 3 settembre 2018 è uscito su Il Sole 24 ORE un articolo dal titolo: “Libri, tempo di booktuber: ecco gli influencer che ‘spostano’ i lettori”. Si racconta come i booktuber stiano effettivamente spostando l’attenzione dei loro fruitori verso i romanzi e le case editrici di cui parlano, e viene anche fatta una classifica dei più influenti in cui il tuo canale YouTube risulta in terza posizione. Come gestisci la responsabilità che consegue all’essere una ispiratrice per così tante persone?». Devo dire che non la sento molto come una responsabilità ma più come una incredibile possibilità, è un piacere scambiare idee sui libri letti e vedere come le persone mi condividano post di letture consigliate da me con ringraziamenti o opinioni, mi illumina sempre la giornata, direi che è tra le mie parti preferite dell’essere booktuber.

julie demar booktuber

«C’è chi pensa che i booktuber trascorrano le loro giornate solo a leggere ingenti quantità di libri. Che poi non sarebbe certo un brutto modo di passare il tempo. Ma tu non ti occupi solo di letteratura, sei anche una graphic designer e un’appassionata di arte e moda. Chi è davvero Giulia De Martini quando non è Julie Demar?». Non credo che ci sia molta differenza tra la me digitale e la vera me perché ho sempre voluto così. Ma nella vita analogica sono una designer, fino a poco fa lavoravo in una azienda come grafica, ora mi concentro per finire al meglio il mio percorso di studi magistrali, il design e l’arte occupano gran parte del mio tempo, ad esempio ci sono moltissime mostre che non vedo l’ora di visitare a Milano questo inverno! Alla fine nella quotidianità cerco di bilanciare tutto tra studio, lavori e amici.

«La Giulia del futuro avrà una professione legata all’editoria o alla grafica (o magari coniugherai entrambi i mondi)? Qual è il tuo sogno nel cassetto?». Come Giulia ho sempre voluto lavorare nel mondo della grafica, con il tempo spero di far convergere le mie passioni e lavorare nell’ambito della comunicazione culturale: musei, mostre o progetti editoriali sarebbero il mio sogno.

«Se potessi scegliere uno scrittore o una scrittrice di qualsiasi epoca, con cui trascorrere ventiquattro ore a chiacchierare, con chi le passeresti, e cosa gli/le chiederesti?». Come ho detto prima non sono in grado di dare una risposta univoca, posso ridurre a Charlotte Bronte perché è una delle mie scrittrici preferite, l’idea di donna che traspare dai suoi libri è una ispirazione continua e mi farebbe piacere passare con lei una sua giornata tipo. Ma la me più giovane avrebbe sicuramente scelto Stephen King, da quando ho letto “Il miglio verde” ho iniziato a seguirlo e a stimarlo come persona oltre che come scrittore.

«Cosa stai leggendo in questo momento Giulia?». Al momento  “Tito di Gormenghast” edito Adelphi editore, primo capitolo di una trilogia fantasy che si distacca molto dal panorama attuale di questo genere con l’eleganza e la individualità che distingue questa casa editrice. Sono ancora all’inizio ma già completamente rapita dalle ambientazioni tetre e dai personaggi assurdi.

julie demar booktuber

https://www.youtube.com/user/wakeupwithjulie

http://instagram.com/heygiulie

https://twitter.com/juliedemarr?lang=en

http://on.fb.me/1AQQvpe

Le recensioni del Taccuino

La ragazza che dormì con Dio  // Far west // La bella burocrate // Suttaterra

La ragazza che dormì con Dio (titolo originale The Girl Who Slept With God)

Di Val Brelinski

Casa editrice: Nutrimenti/collana Greenwich, pp.416

Uscita: Settembre 2017

Dal sito della casa editriceCosa fai se hai quattordici anni e vivi ad Arco, nel sonnolento Idaho degli anni Settanta? Se nella tua famiglia è proibito ballare, andare al cinema o al bowling, fare il bagno con i maschi? La vita di Jory Quanbeck è così. La presenza della religione è a tal punto concreta e incombente che Dio è sempre al suo fianco, la sorveglia, la giudica, la opprime (…) Poi ci sono le sorelle, Frances e Grace. Soprattutto Grace, diciassettenne dallo sguardo e dall’animo di ferro, ritratto e immagine di Cristo. Grace, che torna da un viaggio come missionaria in Messico e annuncia, tra lo sconcerto generale, di portare in grembo il figlio di Dio (…)

Recensione:Il romanzo segue la crescita umana della protagonista, cinta dalle maglie troppo strette di un’educazione cattolica, dalla claustrofobia e ignoranza di un paesino in cui una ragazza incinta va nascosta per non destare male lingue. Jory viene trasferita con la primogenita peccatrice in un luogo lontano abbastanza per cercare di arginare i danni, in una casa ai margini del paese. Qui le due ragazze attenderanno il momento del parto, sole. Questo scollamento dalla routine quotidiana creerà in Jory un cortocircuito di nuove emozioni ed esperienze che le mostreranno un nuovo modo di vivere più libero e imperfetto.

Estratto: Una volta, quello stesso anno, sua madre l’aveva trovata seduta a terra in camera sua, si trafiggeva l’interno della guancia con uno spillo. “Jory, ma si può sapere che stai facendo?”. “Niente”, aveva risposto lei, nascondendo lo spillo sotto la gamba. “Perché ti ficchi quel coso in bocca? Rispondimi”. Jory si era passata la punta dello spillo sull’interno del ginocchio. “Devo andare dal dentista domani”, aveva risposto. “E allora?”. “Volevo sapere cosa si prova. Quando ti fanno una puntura”. Sua madre aveva posato il bucato sul suo letto. Si era rialzata con le mani sui fianchi. “Il codardo muore mille volte”, aveva detto. “Il coraggioso una volta sola”. Si era voltata ed era uscita. Jory ricordava ancora a memoria quella citazione. Muore mille volte, si diceva mentre sbirciava nervosamente la strada alla ricerca del pulmino. Mille e una. Mille e due. Qualcosa che assomigliava sospettosamente a un vecchio scuolabus giallo svoltò l’angolo in fondo alla strada e si avvicinò sbuffando. Lo stomaco di Jory si contrasse dolorosamente, come se qualcuno le avesse stretto forte una cintura sotto il cuore.

 

La bella burocrate (titolo originale The Beautiful Bureaucrat)

Di Helen Phillips

La bella burocrate

Casa Editrice: Safarà, pp.176

Uscita: settembre 2017

Dal sito della casa editrice: In un edificio privo di finestre in un remoto quartiere di un’immensa città, la nuova assunta Josephine immette una serie infinita di numeri in un programma conosciuto solo come Database. Mentre i giorni si inanellano l’uno all’altro insieme alle pile di indecifrabili documenti, Josephine sente nascere dentro di sé un’inquietudine sempre più sottile e penetrante. Dopo l’inspiegabile sparizione di suo marito, in un crescendo vertiginoso Josephine scoprirà che la sua paura, divenuta oramai terrore, era pienamente giustificata.

Recensione: La bella burocrate è un romanzo distopico, visionario, a detta di molti critici kafkiano. La scrittrice riflette su come la tecnologia ci abbia lentamente spersonalizzati e trasformati in numeri. L’ufficio claustrofobico senza finestre in cui la protagonista lavora al computer è infatti una metafora dell’esistenza da schiavi a cui la società ci ha condannati, privandoci della speranza di poter andare oltre la sola sopravvivenza. A controbilanciare l’alienazione della protagonista ci sarà la tenerezza del rapporto d’amore di Josephine col marito Joseph, uniti anche nel nome, ultimo baluardo di umanità per cui valga la pena lottare.

Estratto: La persona che la intervistò non aveva la faccia. In altre circostanze – se il mercato del lavoro non fosse stato così squallido da così tanto tempo, se l’estate non fosse stata così cupa e afosa – questo avrebbe potuto scoraggiare Josephine dall’attraversare la porta di quell’ufficio fin dal primo momento. Ma per come stavano le cose il suo primo pensiero fu: oh, perfetto, l’aspetto dell’intervistatore probabilmente ha scoraggiato gli altri candidati! L’illusione della mancanza di faccia fu, come è ovvio, quasi immediatamente spiegabile: la pelle dell’intervistatore aveva la stessa tonalità grigiastra del muro alle sue spalle, gli occhi erano oscurati da un paio di occhiali altamente riflettenti, la fluorescenza appiattiva i lineamenti assemblati sopra l’asessuato completo grigio. Tuttavia, l’impressione persisteva.

 

Far west

Di Sonia Morganti

Far west - Sonia Morganti

Casa Editrice: Leone Editore/Collana Sàtura, pp. 296

Uscita: Ottobre 2017

Dal sito della casa editrice: 2060. Dennis, un nativo americano che ha lasciato la riserva per studiare in una delle più prestigiose università del paese, sta per laurearsi in ingegneria. Ma mentre si trova alla festa di laurea del suo migliore amico Frederick, viene sorpreso da una notizia sconcertante: si è esaurito il petrolio a livello mondiale, e nessuno dei paesi civilizzati è preparato a fronteggiare l’emergenza. Dennis, prevedendo lo scatenarsi del panico, decide di tornare dalla sua famiglia nella riserva, per affrontare così le conseguenze della crisi energetica, che rendono presto le città sempre più invivibili. Maniaci assetati di potere, intrighi politici e separatisti pronti a tutto sono solo alcuni dei pericoli di questo nuovo mondo, un far west in cui la legge del più forte sembra poter soffocare persino quella, eterna, dell’amore.

Recensione: Far West racconta una storia vecchia quanto il mondo ma purtroppo anche estremamente attuale. Far West racconta la lotta per una sopravvivenza messa a rischio dai propri simili. Non da disastri ambientali, non da virus letali, non da sbarchi di extraterrestri. No, Far West è prima di tutto un racconto del tentativo di sottomissione del potente sui più deboli, in questo caso i nativi americani. Far West è anche la storia della presa di consapevolezza identitaria del protagonista, Dennis, sfuggito alla vita noiosa della riserva per andare a studiare nella grande città. Sarà nella fatica della ricostruzione post apocalissi energetica e nel tentativo di salvare coloro che ama, che Dennis capirà l’importanza delle origini e della saggezza dei nativi americani.

EstrattoQuella sera il tramonto era particolarmente intenso: il fuoco del sole morente invadeva il cielo sotto gli occhi acuti di un condor che, apparentemente immobile, fluttuava senza fatica tra le colonne oscure delle mesa. Un uomo solo, presenza incidentale in quell’armonia, fissava l’orizzonte stringendo gli occhi, accecato dalla luce e perso nei propri pensieri. Presto sarebbe scesa la notte e lui sarebbe rimasto lì a meditare. Accese un piccolo falò e si avvolse in una coperta decorata da antichi simboli del suo popolo. Sistemò un pentolino sulle pietre vicine alla fiamma per tenere in caldo la bevanda che, insieme al fuoco, sarebbe stata il suo unico conforto fino all’alba. Il vento del deserto risaliva, portato dal respiro calmo della notte imminente. L’uomo si avvicinò al crinale per cogliere l’istante in cui l’ultimo bagliore del sole si arrende all’oscurità.

Suttaterra

Di Orazio Labbate

Suttaterra

Casa Editrice: Tunuè/Collana Romanzi, pp.120

Uscita: Novembre 2017

Dal sito della casa editriceGiuseppe Buscemi, siculo americano, è rimasto vedovo a soli trent’anni. Ormai lontano dalla realtà e prossimo al suicidio, riceve una lettera da Gela, inviata proprio dalla moglie defunta, che lo invita a raggiungerla là. Stravolto dallo spavento, e tuttavia custode indefesso dell’amore verso la donna, decide di seguire quel richiamo fantasmatico. Intraprenderà così un viaggio reale e metafisico dall’America alla Sicilia del sud, attraverso tappe esistenziali che suonano come una Via Crucis e l’incontro con personaggi surreali che sembrano emergere dalle profondità di un inferno mediterraneo.

Recensione: Suttaterra è un romanzo noir con accenti gotici, che narra la ricerca di un amore impossibile, perduto per sempre. E’ la storia di un’espiazione affrontata attraverso il ricordo e la paura nata dall’abbandono di ogni certezza terrena. Il protagonista, Giuseppe, becchino di professione, riceve una lettera dalla moglie defunta, Maria Boccadifuoco, in cui gli chiede di tornare in Italia, nel luogo dove si erano amati. Da questo momento straniante ha origine un viaggio fisico e intimo del protagonista, alla ricerca del senso di una chiamata improbabile dall’aldilà.

Estratto: “Sei un vedovo”, sussurrava alla camera, tastando con le dita smagrite la tasca dei jeans. Il cielo di là dalla finestra si inscuriva, sopra i palazzi, come la fantasia di un demone addormentato. Fissò la scrivania. Tentò di sfondarla con le mani, solo per scuoiarsi ancora una volta la pelle. Lui la chiamava malinconia: era un mestiere, da quando la moglie Maria era scomparsa un anno prima. Tre corvi sbattevano contro la finestra, uno si era spaccato il becco riuscendo però a forare il vetro. L’uomo allora si avvicinò, raccolse quella polvere adamantina e tracciò un cerchio attorno al buco a mo’ di un mago. Poi alzò l’imposta, e si arrampicò fino a sedersi, rivolto verso l’esterno, sulla sporgenza di pietra del davanzale. Pioveva nella notte e l’acqua caduta dal firmamento tintinnava come i campanelli di una messa.

 a cura di Antonella Quaglia

La promozione radiofonica di un libro

La buona notizia di partenza di questo lungo post è che la stragrande maggioranza delle numerose emittenti radiofoniche italiane (nazionali, regionali, locali, web, on demand) presenta all’interno del proprio palinsesto almeno un programma o un podcast dedicato alla letteratura, alla lettura o più in generale agli eventi culturali.

Il Taccuino

Come partire. Il primo passo da intraprendere nella preparazione della promozione di un libro è sicuramente quello di presentare al meglio l’opera e lo scrittore. Ci occorre a tal proposito un comunicato stampa semplice e chiaro, assolutamente non troppo encomiastico, dove ogni singola emittente possa facilmente visionare e scaricare:

- La presentazione e la biografia dell’ autore
- La copertina del libro, una foto dell' autore
- Intervista audio auto-prodotta dall’ ufficio stampa
- Dati e-book (link, data di uscita, casa editrice)
- Video-intervista o Book-trailer (ne parleremo...)
- Video della presentazione o di un invito ad una presentazione in streaming 
- Link alle migliori recensioni con un estratto e la fonte delle stesse
- Link social dell’autore
- Ciliegina sulla torta: allegato o link a estratto audio di qualche pagina 
  o un audio libro completo in allegato.

 

Come invio le email alle radio? Esistono specifici software di distribuzione per possessori di partita Iva, dotati di una bellissima grafica di presentazione, di cui pochissimi uffici stampa italiani si servono. Dall’uso di queste applicazioni, dopo l’ invio, sarà possibile stabilire con estrema chiarezza per ogni singola emittente:

- Chi ha visionato il nostro materiale materiale e chi no;
- In che giorno e a che ora hanno scaricato Il materiale in proposta
- Quale parte del materiale è stato scaricato o ascoltato o visto (COMUNICATO//AUDIO//VIDEO) 
VEDI ESEMPIO FOTO

 

il taccuino report radio
Report Radiofonico

Re-call telefonico. Tutta questa analisi dell’ invio delle nostre e-mail sarà finalizzata in un secondo momento della nostra promozione, quando le emittenti radiofoniche che non hanno risposto alle nostre richieste saranno contattate telefonicamente dall’ ufficio stampa, meno credibilmente dall’ autore stesso. Contattare un emittente radiofonica (tra le oltre 1200 presenti sul suolo italiano) con la consapevolezza che ha visionato il materiale dell’ autore in proposta, significa rendere più efficace la comunicazione della nostra promozione sin dal principio e partire con il piede giusto.

 

Quando il materiale dell’ autore è pronto, bisogna innanzitutto comprendere:

– Quali sono le emittenti radiofoniche più adatte alla promozione del nostro libro che potrebbero accettare di organizzare un’ intervista o una recensione in un programma dedicato o di parlare semplicemente dell’uscita del nostro titolo?

– Esistono programmi specifici radiofonici particolarmente in target con il nostro manoscritto?

 

promozione radiofonica di un libro

Avvertenze. Bisogna tener presente che tra le emittenti radiofoniche , così come accade per stampa, siti web e redazioni di tutto il mondo, esistono numerose redazioni particolarmente vintage friendly che accettano solo ed esclusivamente materiale fisico. E’ bene organizzare una promozione radiofonica (ed una promozione in generale) con un buon numero di copie fisiche disponibili. Bisogna intraprendere un ulteriore scissione tra redazioni che preferiscono la raccomandata e quelle che esigono la posta prioritaria normale pena invio mail minacciosa. Conviene assolutamente organizzare spedizioni tracciate con occhio vigile alle tempistiche. Se un libro esce il 4 Gennaio, non si può certamente organizzare il tutto a partire dal 2 Dicembre, che ne dite? 🙂

 

Volete risultare più accattivanti di tutti gli altri?? Inserite nelle vostre proposte oltre al titolo e alla stampa di un press-kit, anche una bella penna usb all’interno del pacco con tutti i dati digitali di cui sopra.

 

Quali sono le emittenti che gradiranno o che inseriranno con più probabilità un titolo di un autore emergente?

- Le emittenti specifiche con programmi per esordienti
- I cosiddetti programmi “itineranti” (in onda su numerose emittenti)
- Le emittenti della zone di provenienza dell’autore
_ Il format o i format prodotti dall' ufficio stampa che segue l'autore 
- Le emittenti in località non troppo distante da un evento di una presentazione 
  letteraria di un autore. 

 

Altri consigli per una promozione professionale.

Anticipate tutta la promozione web, radio, stampa con un anteprima o con una serie di anteprime (video o testuali) di un sito o radio o tv o una combinazione di essi, Serviranno a rendere più ricco il nostro press-kit oltre che a creare un precedente.

Cercate di abbinare l’inizio del giorno della promozione ad un evento di presentazione; in questo modo potrete accedere a molti più portali eventi, oltre che siti di redazioni locali ed attirerete l’attenzione della stampa e delle radio locali (organizzare degli inviti specifici i loco sarebbe più indicato)

Organizzate un evento in diretta streaming con esclusione su Facebook della zona della messa in onda della diretta. Le dirette Facebook (ne parleremo più in là, sia della loro realizzazione, sia della loro condivisione) si possono pubblicizzare creando un evento sin da subito e con un post specifico con un video all’interno solo a partire da sette giorni prima dell’ evento. Pubblicizzate il vostro evento su aerea locale con un foto o video post con 30/60 euro su Twitter/Instagram /Facebook

Create degli eventi per le vostre migliori interviste programmate ed invitate gli utenti a cui realmente o potenzialmente può interessare la vostra presentazione (se nel corso degli anni avrete creato delle liste tra i vostri amici su Facebook, ad esempio: speaker, giornalisti, amici, editori, blogger….farete una distribuzione dei vostri inviti più efficace)

Rilanciate le recensioni e le news ottenute in giro e nel web sulla vostra Fanpage Facebook che dovreste collegare a Twitter ed Instagram. Vi consiglio di cominciare a sfruttare anche Tumblr, Linkedin, Pinterest e Google Plus nelle vostre condivisioni (ed i relativi gruppi e community) sempre più presenti di blogger, utenti e scrittori italiani (qualcuno anche in gamba).

Approfondiremo tutte le tematiche della promozione radiofonica di un libro e della promozione di un libro in tutti i suoi aspetti  (oltre che della gestione social) nell’ EVENTO DI PRESENTAZIONE DEL TACCUINO IN LIVE STREAMING previsto il 12 Dicembre alle ore 16. 

 

Radio Book
Radio-book
Ecco alcuni programmi radiofonici dedicati ai libri e alla lettura; alcuni di questi radio-format sono attenti anche, ma non solo, alle novità editoriali provenienti dal sottobosco. 
F.L.

A me mi piace la letteratura pop

RADIO FRAGOLA TRIESTE

Lunedì ore 13.35

Accarezzami l’anima

RADIO RADIO ROMA

Lunedì – Venerdì ore 06,00 – 08,00

Anubi

RADIO CITTA’ APERTA ROMA

Venerdì ore 18:00 – 21:00

Artscapes

RADIO FLASH TORINO 97.6

Venerdì 20:00 – 21:00

Breakfast Club

RADIO CITTA’ FUJIKO 103.1 FM – BOLOGNA

Dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 9.20

Carta Vetrata

NOVA RADIO FM 101.5 FIRENZE FM 87.8 MUGELLO

Domenica ore 10.30 – 12.00

In onda anche su RADIO BUDRIO FM (Bologna): Domenica 10.30 e Mercoledì 11.35

Caffe Lette Radio

RADIO BLABLA NETWORK MILANO

Martedì ore 20.30 , replica Mercoledì ore 16.30

Coffebreak

RADIO POPOLARE VERONA FM 104

Giovedì ore 14.00 / Venerdì ore 15.35

Cult

RADIO POPOLARE MILANO 107.60

Dal Lunedì Al Venerdì 11.30 / 13.30

Freetime

RADIO BLABLA NETWORK MILANO

Giovedì ore 18.30

Gli scrittori della porta accanto

RADIO BOOK + PODCAST RADIO BIG WORLD

Giovedì ore 18:30

Il cacciatore di libri

RADIO SOLE 24 ORE

Sabato 6.30 e 22.05 // Domenica ore 16.15 e 20.45

Il Garage Ermetico

NOVA RADIO FM 101.5 FIRENZE FM 87.8 MUGELLO

Diretta Domenica ore 21, replica Martedì ore 19.00

Il mondo che ci gira intorno

RADIO LIBRI.IT ROMA

Podcast

Il Ritratto Di Dorian Gray

RADIO CITTA’ FUJIKO 103.1 FM – BOLOGNA

Lunedì ore 18:00

Lombardia Spettacoli

RADIO LOMBARDIA

Tutti i giorni tranne il week end 14.30/16.30

Lo scaffale di Primo

RADIO ONDA D’ URTO BRESCIA/MILANO

Ogni primo Giovedì del mese ore 21.00- 22.00

Musik Leaks

FORMAT IN ONDA SU OLTRE 60 EMITTENTI

Night Train

CONTATTO RADIO LUCCA /LA SPEZIA /FORTE DEI MARMI

Giovedì ore 21.00 – 22.30

Provincia di Massa – Carrara 89.800 MHz  Carrara, Massa, Montignoso, Fosdinovo, Aulla Provincia di Lucca 89.800 MHz Pietrasanta, Viareggio, Forte dei Marmi, Camaiore, Seravezza, Stazzema Provincia della Spezia 89.800 MHz  La Spezia, Sarzana, Ameglia, Lerici, S. Stefano Magra, Ortonovo, Castelnuovo Magra, Arcola, Vezzano Ligure, Portovenere, Riccò del Golfo di Spezia, Follo, Beverino, Bolano, Calice al Cornoviglio.

Per brevità chiamato artista

RADIO GALILEO TERNI

Lunedì ore 16 -17.30 // Martedì ore 16.30 – 18

San Sepolcro,  Città di Castello, Umbertide, 106.5 MHz, Gubbio 95.4 – 97.4 MHz Gualdo Tadino, Nocera 95.4 MHz, Perugia, Assisi 97.4 – 105.6 MHz Foligno, Spoleto 95.9 – 97.4 MHz Orvieto, “Trasimeno” 93.5 – 97.4 MHz, Acquasparta, Amelia, Todi 97.4 MHz Terni 97.4 – 98.4 – 100.5 MHz, Viterbo 100.6 MHz Rieti 90.5 – 100.65 MHz Roma 97.4 MHz

Plot Machine

RAI RADIO 1

Lunedì ore 23-05

Tabula Rasa

RADIO ONDA ROSSA ROMA

Sabato ore 12:30

 

Rassegna Stampa Web

il taccuino ufficio stampaSiti e blog di segnalazioni di libri, recensioni, interviste, nuove uscite editoriali, scrittori. Ne abbiamo scovati ben 698 (è un dato assolutamente non statico) di blog tematici italiani nel momento in cui scrivo questo post. Un nuovo appuntamento settimanale sul blog del Taccuino con una panoramica aggiornata degli ultimi articoli dello sfrenato blogging dei book-blogger italiani. Ma quanto è diventato arzigogolato il web??? 

 

Dentro un libroIl fantastico mondo dei libri. Sito di segnalazioni editoriali aggiornatissime , anche selfpublished. SEGNALAZIONE: “Morte di Stato” di Ruben Trasatti

Titolo: Morte di Stato
Autore: Ruben Trasatti
Editore: Selfpublished
Genere: Fantapolitico / Distopico
Prezzo: 4,99 Euro e-book / 14,98 Cartaceo
Data di uscita: 19 ottobre 2017

 

Amante di libri – “I libri pesano tanto: eppure, chi se ne ciba e se li mette in corpo,vive tra le nuvole”  Segnalazione “L’isola di Oronàre”- Daniele Donisi

Titolo: Bracbah. L’isola di Oronarè.
Autore: Daniele Donisi
Pagine: 262
Anno: 2015/17
Editore: PubMe

 

Mille splendidi libri e non solo – “Un libro deve essere un’ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi” Segnalazione Il piccolo negozio della felicitàhygge- Rosie Blake

Titolo: Il piccolo negozio della felicità hygge
Autrice: Rosie Blake
Edizione: Newton Compton
Pubblicazione: Novembre 2017
Genere: Romanzo
Pagg.:244

 

Ragazza in rosso Le recensioni della blogger barese Silvia Devitofrancesco. Recensione “Di Che Cosa Parliamo Quando Parliamo Di Libri” Di Tim Parks   “Salve lettori, oggi è uno di quei lunedì che hanno il volto del lunedì. Se vedeste il colore del cielo che c’è qui da me, capireste il senso della mia frase scritta poc’anzi. In questa piovosa mattinata, sono qui per proporvi la recensione di un saggio che ho letto con grande entusiasmo ma che non mi ha convinta pienamente. Mi riferisco a “Di che cosa parliamo quando parliamo di libri” di Tim Parks (Utet editore).

Nasce PAROLE PENSANTI, una nuova collana di letteratura filosofica diretta dallo scrittore intellettuale Pierfranco Bruni per la Ferrari Editore. Nasce-parole-pensanti “L’obiettivo, spiega lo scrittore, è quello di puntare i riflettori sul viaggio della parola e del pensiero nella storia della letteratura. Intrecciare parole e pensiero significa creare una forza metafisica che è scavo e immagine. Lo scrittore si confessa in ogni suo libro, tra in-certezze e immaginazione, in un percorso che fa della parola un pensiero. Portare nei libri il pensiero pensante della parola è una sfida: significa fondere linguaggi, rompere schemi precostruiti, immaginare nuovi libri e, soprattutto, rendere la lettura e la letteratura accessibile a tutti”.

Cinquanta Libri, collettivo umile di lettori e recensori Recensione Il mare dove non si tocca – Fabio Genovesi “Però lui non aveva ragione, e magari non ce l’avevo nemmeno io, ma chi se ne frega. E’ per avere ragione che cominciano le guerre, poi a forza di bombe e cannoni te lo scordi e sono solo medaglie sul peto e morti sottoterra. E allora sarò strano, sarò pazzo, non lo so e non mi importa. So solo che lascio il modulo com’è, sbagliato e giusto insieme, e corro giù. Una stesa di scale e la strada, e la mia storia vola già da un’altra parte.”

Il mare dove non si tocca –Fabio Genovesi
Editore: Mondadori
Collana: Scrittori italiani e stranieri
Anno edizione:2017

 

Tre libri sopra il cieloBlog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature Segnalazione Sognando La Neve – Teodora Kostova

Titolo Originale: Dreaming Of Snow
Autore: Teodora Kostova
Traduzione: Alex Krebs Per Quixote Translations
Casa Editrice: Self Publishing
Genere: Contemporaneo
Pagine: 109
E-Book: Sì
Prezzo: € 2,99  Su Amazon

 

iltaccuinoufficiostampa@gmail.com