Booktubers: intervista con Giulia De Martini (Julie Demar)

Giulia De Martini è una booktuber, graphic designer e web creator. Secondo Il Sole 24 ORE è al terzo posto nella lista dei personaggi più influenti sui social in relazione al mercato dei libri in Italia. Studia Design della Comunicazione alla NABA (Nuova Accademia di Belle Arti).  All’interno del suo seguitissimo canale Youtube “Julie Demar” (più di 73000 iscritti),  si occupa di recensioni, book-haul, book tag, consigli letterari e bookshelf tour…, ma anche di vlog sulla sua vita da fuorisede, sull’università e viaggi. 

A cura dello Staff del Taccuino Ufficio Stampa

julie demar

«Essere influencer in campo letterario ha il duplice vantaggio di fare da tramite per la cultura e quindi educare i propri follower al piacere della lettura, e in più essere in contatto con il mondo editoriale, avendo accesso a eventi e collaborazioni. Come giudichi da “interna” il mondo dell’editoria italiana? Quali sono secondo te le realtà più interessanti, soprattutto nell’ambito della piccola e media editoria?». Nel corso degli ultimi anni ho visto una evoluzione netta sui social da parte delle case editrici, sia da interna che da esterna, e credo che questo aiuti fortemente a creare una community di lettori più coinvolti. Le collaborazioni tra case editrici e “booktubers” sono ancora da affinare e rinnovare ma sicuramente utili ed in miglioramento continuo.

 

«Curiosando nel tuo social Goodreads, tra i tuoi libri preferiti figurano le classiche storie di Sherlock Holmes e di Agatha Christie, capolavori moderni come Mattatoio n° 5 di Kurt Vonnegut o Stoner di J. E. Williams, diversi romanzi di Stephen King e capisaldi della letteratura per l’infanzia come Harry Potter di J.K. Rowling e Il giardino segreto di F. H. Burnett. Se però dovessi sceglierne solo uno, qual è il libro che più ha influenzato la tua vita, quello a cui ritorni ogni volta che ne senti il bisogno?». Una mia peculiarità, che si può scoprire anche nei miei video, è che non so mai scegliere un libro solo, in “i libri che mi hanno cambiato la vita” spiego come e quali libri mi hanno ispirata ed aiutata a crescere, ma se devo sceglierne uno a cui ritorno spesso è “Il giardino segreto” di Burnett, mi aiuta a ricordarmi quello che voglio essere.

 

«Il 3 settembre 2018 è uscito su Il Sole 24 ORE un articolo dal titolo: “Libri, tempo di booktuber: ecco gli influencer che ‘spostano’ i lettori”. Si racconta come i booktuber stiano effettivamente spostando l’attenzione dei loro fruitori verso i romanzi e le case editrici di cui parlano, e viene anche fatta una classifica dei più influenti in cui il tuo canale YouTube risulta in terza posizione. Come gestisci la responsabilità che consegue all’essere una ispiratrice per così tante persone?». Devo dire che non la sento molto come una responsabilità ma più come una incredibile possibilità, è un piacere scambiare idee sui libri letti e vedere come le persone mi condividano post di letture consigliate da me con ringraziamenti o opinioni, mi illumina sempre la giornata, direi che è tra le mie parti preferite dell’essere booktuber.

julie demar booktuber

«C’è chi pensa che i booktuber trascorrano le loro giornate solo a leggere ingenti quantità di libri. Che poi non sarebbe certo un brutto modo di passare il tempo. Ma tu non ti occupi solo di letteratura, sei anche una graphic designer e un’appassionata di arte e moda. Chi è davvero Giulia De Martini quando non è Julie Demar?». Non credo che ci sia molta differenza tra la me digitale e la vera me perché ho sempre voluto così. Ma nella vita analogica sono una designer, fino a poco fa lavoravo in una azienda come grafica, ora mi concentro per finire al meglio il mio percorso di studi magistrali, il design e l’arte occupano gran parte del mio tempo, ad esempio ci sono moltissime mostre che non vedo l’ora di visitare a Milano questo inverno! Alla fine nella quotidianità cerco di bilanciare tutto tra studio, lavori e amici.

«La Giulia del futuro avrà una professione legata all’editoria o alla grafica (o magari coniugherai entrambi i mondi)? Qual è il tuo sogno nel cassetto?». Come Giulia ho sempre voluto lavorare nel mondo della grafica, con il tempo spero di far convergere le mie passioni e lavorare nell’ambito della comunicazione culturale: musei, mostre o progetti editoriali sarebbero il mio sogno.

«Se potessi scegliere uno scrittore o una scrittrice di qualsiasi epoca, con cui trascorrere ventiquattro ore a chiacchierare, con chi le passeresti, e cosa gli/le chiederesti?». Come ho detto prima non sono in grado di dare una risposta univoca, posso ridurre a Charlotte Bronte perché è una delle mie scrittrici preferite, l’idea di donna che traspare dai suoi libri è una ispirazione continua e mi farebbe piacere passare con lei una sua giornata tipo. Ma la me più giovane avrebbe sicuramente scelto Stephen King, da quando ho letto “Il miglio verde” ho iniziato a seguirlo e a stimarlo come persona oltre che come scrittore.

«Cosa stai leggendo in questo momento Giulia?». Al momento  “Tito di Gormenghast” edito Adelphi editore, primo capitolo di una trilogia fantasy che si distacca molto dal panorama attuale di questo genere con l’eleganza e la individualità che distingue questa casa editrice. Sono ancora all’inizio ma già completamente rapita dalle ambientazioni tetre e dai personaggi assurdi.

julie demar booktuber

https://www.youtube.com/user/wakeupwithjulie

http://instagram.com/heygiulie

https://twitter.com/juliedemarr?lang=en

http://on.fb.me/1AQQvpe

La fantascienza incontra la critica sociale: Q502 di Sylvie Freddi (collaboratrice Wu Ming)

La fantascienza incontra la critica sociale in un romanzo ambientato in un futuro post apocalittico su Marte. La Terra è disabitata, l’esistenza dell’uomo è cambiata radicalmente ma le divisioni e i pregiudizi sono ancora presenti. In un mondo in cui non si è trovata una conciliazione con la diversità, si muove il protagonista Dylan, alla ricerca di una ragazza che potrebbe cambiare lo stato delle cose. Sylvie Freddi, già autrice di due racconti per l’esperimento narrativo Tifiamo Scaramouche del collettivo Wu Ming, narra la storia di Q502 con una prosa lucida e ricca di spunti scientifici. Il romanzo presenta una realtà distopica in cui la privazione della libertà è stata accettata, forse il peggior incubo dell’uomo contemporaneo, in cui esseri con il ruolo di lettori mentali possono entrare nella coscienza di ognuno e spiarne i ricordi e gli intenti. Un mondo che mai dovrebbe esistere, raccontato attraverso il punto di vista di chi crede ancora che si può lottare per la libertà, per la memoria e per l’uguaglianza.

q502

Titolo: Q502. 300 anni dopo il Grande Esodo
Autore: Sylvie Freddi
Genere: Fantascienza
Casa Editrice: Stampa Alternativa
Collana: Eretica
Prezzo: 13 euro
Codice ISBN: 9788862226127

[…] Paula prese in braccio la piccola Q502. Era leggerissima. Le sfilò la tuta e l’adagiò nuda sul tavolo del laboratorio. La guardò con meraviglia, era così piccola e veniva da così lontano. A contatto con il freddo della superficie metallica, la Q502 aprì gli occhi, erano del colore della sabbia di Marte”.

http://www.facebook.com/librofantascienzaQ502/

Sylvie Freddi in Q502 ci conduce in un futuro che tanto lontano forse non è: l’uomo ha dovuto adattarsi a una nuova realtà per sopravvivere, ha dovuto abbandonare la madre Terra ormai compromessa e le certezze che per secoli hanno guidato la sua esistenza. In questo nuovo assetto costruito su Marte, l’essere umano ha trasferito le paure ancestrali e i pregiudizi che ha sempre conservato nel suo cuore. Il diverso è ancora visto come estraneo, come qualcosa da combattere e non da accogliere e da cui imparare. Nuove razze si sono affiancate all’uomo col progredire incessante della tecnologia, ma l’aumento di conoscenza e intelligenza non ha eliminato la chiusura mentale. C’è chi cerca di combattere creando un Comitato per la liberazione dei mutanti, c’è chi cerca di purificare il mondo da chi ha un DNA diverso dal proprio e c’è chi, come il protagonista Dylan, cerca di trovare un significato oltre il vano senso di libertà in cui vive. La tecnologia permea ogni aspetto dell’esistenza marziana: vi sono innesti che permettono di assumere identità diverse dalla propria, la musica non è un elemento esterno ma è inserita nel palmo della mano, e si diffonde nel corpo come il sangue, le comunicazioni avvengono tramite piccoli ologrammi da schiacciare una volta concluse. In questo mondo tecnologico che potrebbe conferire grandi libertà, si è osservati di continuo da grandi occhi volanti di orwelliana memoria. L’indipendenza è merce rara, non sono spiate solo le azioni, ma anche i pensieri. Chi vive nella città bassa non può andare in quella alta, se non con un permesso di lavoro. L’attualità presente sotto la maschera della fantascienza è percepita dal lettore, che può dolorosamente constatare come gli emarginati sono purtroppo presenti in ogni storia, ma alla fine sono proprio quelli che soffrono a determinarne il corso. Una realtà in cui la mancanza di ossigeno -si vive con respiratori- si accompagna alla mancanza di memoria di un mondo che non c’è più. La memoria, nel mondo di Q502, può essere alterata e nascosta. Dopo il Grande Esodo, il ricordo e le testimonianze del Mondo Originario sono considerati illegali. Senza memoria si può dominare, e i potenti che guidano le sorti del popolo lo sanno. Dylan combatterà affinché l’essere umano non dimentichi chi è, né da dove viene. Sylvie Freddi offre al lettore un viaggio in un futuro possibile e credibile, dando prova della grande attenzione che riserva alle dinamiche che intercorrono tra l’uomo e la Storia. Una capacità già dimostrata nella stesura dei due racconti, ambientati nel ‘700, facenti parte dell’esperimento narrativo Tifiamo Scaramouche del collettivo Wu Ming.

Q502 presentazione Roma

TRAMA. ASCOLTA TRAMA IN AUDIO . Nella città di Agra, su Marte, il detective Dylan viene incaricato da una donna Qinab, appartenente a una potente casta di mutanti scienziate, di ritrovare Q502, una ragazza scomparsa neonata venticinque anni prima. Per cercare di avere informazioni, Dylan, aiutato dal suo tutore Kofta, cultore della memoria e del passato, compra l’identità di un tecnico e va a lavorare su una raccoglitrice di meteoroidi su Phobos (una delle due lune di Marte) di proprietà dell’avido Consigliere Darkon, che probabilmente ha rapito Q502. Dopo un’estenuante corsa nel deserto, inseguito dai Regolatori, e dopo essere stato salvato da due mutanti, Dylan giunge a Dharavi, la città/discarica. Qui trova Hana, la ragazza Q502, impazzita per le torture subite durante la sua prigionia su Phobos. È solo l’inizio dell’avventura dei due ragazzi, uniti da un segreto e da un tatuaggio di una luna rivolta a oriente con tre puntini, che potrebbe cambiare per sempre le sorti del mondo a cui appartengono.

Silvye FreddiBIOGRAFIA. Sylvie Freddi, romana d’origine e torinese d’adozione, ha pubblicato il suo primo lavoro Caffè Paszkwosky nel 2016 per Stampa Alternativa, una intensa raccolta di venti racconti noir. Del 2018 è il romanzo di fantascienza Q502. 300 anni dopo il Grande Esodo, edito ancora una volta da Stampa Alternativa, nella collana Eretica.

 

http://www.facebook.com/librofantascienzaQ502/

 

APPUNTAMENTI

Presentazione ROMA del libro Q502 di Sylvie Freddi

Mercoledì 28 Febbraio, Roma

Indirizzo: c/0 Spazio Ducrot - Via Ascanio 8/9, 00186 Roma


Sito Location: http://www.viaggidellelefante.it/azienda


Orario Inizio / Fine Presentazione: dalle ore 18.30 sino alle ore 21.00

Presentatore: Stanislao de Marsanich presidente dei parchi letterari italiani

Lettore: l’attore Sergio Pieratttini


Davide Grassi – Astrofisico
Presentazione TORINO “Suoni nello spazio” - Q502 di Sylvie Freddi

23 marzo alle 21.00, Torino

Indirizzo: Circolo dei Lettori - Via Bogino 9 Torino

Orario Inizio / Fine Presentazione:
dalle ore 18.30

Presentatore: Chiara Mezzalama scrittrice

Lettrice: Elena Bedino attrice

Pianoforte: Anna Barbero 
Theremin: Lord Theremin (Lorenzo Giorda)

 

CONTATTI

IL TACCUINO UFFICIO STAMPA

Via Silvagni 29 – 401387 Bologna – Phone:+393396038451

Facebook: www.facebook.com/iltaccuino.ufficiostampa/

Promuovi il tuo libro

Il Taccuino – Ufficio Stampa per Scrittori ed Editori

- Promozione di libri su: Web-Radio-Stampa-TV
- Promozione di eventi su: Web-Radio-Stampa-TV
- Distribuzione Booktrailer
- Social Media Management
- Possibilità di rescissione del contratto con soli 30 giorni di preavviso
- Garanzia di almeno 30,60,90 contenuti pubblicati (secondo servizio)
- Spedizioni tracciate

https://www.facebook.com/iltaccuino.ufficiostampa/

Mail: redazione@iltaccuinoufficiostampa.com   Phone:+393396038451